7

 

 


Marco Decimo

Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con M. Leali, ha quindi seguito i corsi di perfezionamento tenuti da D. Shafran, R. Filippini e per il quartetto da P. Borciani.  Ha suonato in Italia e all'estero sotto la direzione di C. Abbado e in formazioni cameristiche, tra le quali i Quartetti Borciani, Stauffer, David e l'Edison Trio (collaborando tra gli altri con S. Palm, con A. Meneses e con R. Honeck ) e anche come primo violoncello dell'Orchestra da Camera Stradivari di Milano diretta da D. Gatti.  Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche e radiofoniche, tra cui la prima registrazione assoluta delle sonate per violoncello di G.B. Platti, l'integrale dei lavori per trio di Casella, i trii op. 1 e i quartetti op. 2 di A. Sacchini, il quintetto e il nonetto di A. Zanella, il doppio quartetto di O. Respighi, oltre a opere di Brahms (trio col clarinetto, con A. Carbonare e A. Dindo), Hindemith (ottetto, con il quintetto Arnold), Vivaldi (sonate op. 2 e 5, con H. Liviabella), Cherubini (i 6 quartetti, editi dalla Bis di Stoccolma), Verdi e Puccini (l'opera per quartetto d'archi edita sempre dalla Bis). Nel 2001 e nel 2004, con l'ensemble “Sentieri Selvaggi”, si è esibito al Teatro alla Scala di Milano.  Nel 2002 insieme al Quartetto David è stato invitato alla Filarmonica di Berlino, e nel 2004 alla TonHalle di Zurigo.  Nel 2006 ha eseguito la prima italiana di Cello Counterpoint di Steve Reich. È docente di musica da camera per archi presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza; dal 2009 è docente presso i seminari estivi del Perinaldo Festival. Ha inoltre collaborato con numerosi jazzisti tra cui M. Negri, B. Ferra, R. Marcotulli, P. Fresu, D. Moroni. E' stato inoltre primo violoncello ospite dell'Orchestra Filarmonica della Scala, della Filarmonica '900 del Teatro Regio di Torino e della Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma.
Website: www.marcoics.altervista.org